San Bartolomeo di Caselle

La Chiesina, la quercia secolare, il luogo avvolgente, i panorami infiniti

Adiacenti alla antica Chiesa di San Bartolomeo di Caselle del XIII sec., due appartamenti ricavati nella zona civile dell’edificio offrono un luogo perfetto per chi desidera una vacanza dedicata al riposo, alle escursioni nel territorio, che desideri staccare la spina con la propria quotidianità spesso molto impegnativa. I nostri clienti sono generalmente manager, studiosi, medici persone che cercano un luogo di pace e benessere per rigenerare il fisico e la mente.
Sono appartamenti ristrutturati con grande attenzione ai particolari nel rispetto dell’antica architettura ed ai particolari che rendono questa struttura un luogo unico. Avvolto in un panorama indescrivibile su un piccolo promontorio che lo isola dal circondario e lo eleva allargandone gli orizzonti.

I due appartamenti sono molto simili arredati con elementi disegnati dai grandi designer internazionali con alcuni pezzi antichi provenienti dalla collezione della famiglia proprietaria.
Non c’è piscina una scelta voluta per la delicatezza del luogo, un giardino circonda l’immobile permettendo di godere del panorama e dei bellissimi tramonti sulla Val d’Orcia.
In un appartamento due camere matrimoniali, nel secondo una matrimoniale e una doppia, doppi bagni con idromassaggio di ultimo modello, le docce con bagno turco e cromoterapia. Le cucine sono provviste di ogni elettrodomestico Alpe Inox, Miele, stoviglie Villeroy & Boch. Televisore satellitare in ogni stanza, connessione WI-FI.
Pulizie giornaliere colazione a disposizione in cucina.

La nostra struttura offre su richiesta:

  • noleggio auto con o senza autista
  • servizio navetta
  •  prenotazioni a spettacoli, ristoranti, luoghi da visitare o a mezzi di trasporto treni, aerei ecc.
  •  organizziamo escursioni nei dintorni o nelle città d’arte della nostra regione con o senza guida turistica secondo le vostre preferenze.
  •  servizio transfert per aeroporti
  • Cooking class
  • Wine tours nelle cantine più esclusive dell’area di interesse

A tutto ciò si aggiungano una serie di pacchetti prenotabili come: servizio estetista, parrucchiere.
La struttura viene data per intero ad un unico gruppo di persone, non è attrezzata per animali.
È possibile per i nostri ospiti godere del Parco Villa Trecci nelle ore di visita senza pagamento del biglietto inoltre possono prenotarsi ai concerti e agli spettacoli che vi vengono programmati durante la stagione per il pubblico.
La proprietà vi offrirà wine tasting durante il soggiorno nel centro di Montepulciano, in uno dei nostri ristoranti.
Il check-in viene generalmente effettuato dalle 15 ed il check out entro le 12. Lingue parlate Inglese e Francese.

La Chiesa è a disposizione di chi voglia celebrarvi qualsiasi rito religioso privato come matrimoni e battesimi

La Chiesina di SanBartolomeo di Caselle

Nel 2014, l’Istituto Interdiocesano per il Sostentamento del Clero della diocesi di Chiusi Pienza e Montepulciano, vende la Chiesa di San Bartolomeo in Caselle che conosceva un lungo periodo di abbandono, iniziato alla metà del secolo scorso. Era venuto meno, l’interesse per questa piccola chiesa non più in grado di soddisfare le esigenze di culto, per avere perso da qualche anno, il suo ruolo di Parrocchia, passato di nome oltre che di fatto al vicino Tempio di San Biagio

Se ripercorriamo velocemente la sua storia nel corso dei secoli, e dobbiamo partire dal 1236, anno di fondazione, ci rendiamo conto che pur essendo stata una Cura di grande importanza per estensione territoriale e per il numero di anime cui si occupava, la sua posizione lontana, per i tempi in cui si andava a piedi, dal paese, non fu mai sede ambita da alcun parroco che vi si recava quando proprio costretto.

Un’esplicita serie di documenti, risalenti a visite pastorali dei vari vescovi inviati da Roma e incaricati di sorvegliare lo stato delle chiese del territorio, descrivono il degrado in cui spesso la nostra Chiesina era trovata e richiamano all’ordine i parroci poco attenti, al mantenimento della Cura, obbligandoli ad interventi di restauro.  

Comunque come la fenice, la chiesa Di San Bartolomeo è sempre risorta dalle ceneri, la sua importanza sul territorio era fondamentale, fu tra le prime chiese di Montepulciano e arrivò ad avere sotto la propria protezione spirituale nel 1749, come attesta un documento conservato all’Archivio Diocesano di Montepulciano, centotrenta case e seicento anime.

Posta sotto tutela dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Firenze 22 gennaio 2014, ottiene finalmente un provvedimento di salvaguardia.

I lavori di recupero sono iniziati il 4 maggio 2016, tanto il tempo intercorso tra il provvedimento Ministeriale e l’ottenimento dei permessi d’intervento.

Lo stato in cui abbiamo acquisito questo edificio era ormai al collasso, non credo avrebbe potuto resistere a lungo a un crollo definitivo.

I lavori di risanamento, hanno portato a evidenziare particolari ormai resi illeggibili dallo stato di fatto. Si è potuto risalire all’esistenza sino ai primi anni del XVI secolo di una torre campanaria sostituita nella prima metà del secolo da un campanile a vela simile all’attuale. Tale ritrovamento nei resti murari è confermato nella tela esposta in Chiesa con San Bartolomeo ritratto a figura intera mentre sullo sfondo appare l’edificio sacro con la torre campanaria ancora in situ. La chiesa è stata negli anni rimaneggiata e quando nel XVII secolo le fu affiancata la canonica, fu ridotta nelle dimensioni originali sia in lunghezza che in larghezza e il muro nord è stato ricostruito centosessanta centimetri arretrandolo verso l’interno. Motivo al quale non siamo riusciti a dare una spiegazione se non quella di correggere la pianta della Chiesa che essendo stata accorciata era divenuta quadrata. Il restringimento del muro perimetrale a nord ripristina la pianta rettangolare dell’edificio.

Ora che i lavori sono terminati siamo lieti di restituire al culto questo Luogo Sacro, di aprire le sue porte a chi con rispetto voglia visitarlo. Ci rende felici potere riconsegnare alla Fede della gente che qui vive la Chiesa di San Bartolomeo di Caselle com’era quando era la Chiesa dei loro nonni, dove hanno origine le tradizioni delle loro famiglie, dove riposano i loro antenati. Sia questa una piccola restituzione di quello che questa terra e questa gente ci ha dato accogliendoci fra loro in tutti questi anni vissuti a Montepulciano.

PIANTA E PROSPETTO DELLA CHIESA DI SAN ARTOLOMEO DI CASELLE NEI VARI INTERVENTI DI RESTAURO

(Arch. Alessandro Piccardi)

Chiesa di San Bartolomeo di Caselle

via di San Bartolomeo 19 – 53045 Montepulciano (SI)